“Il problema non e` tra l’ indipendenza e l’ unione, e` tra l’ esistere uniti e lo scomparire” (L.Einaudi 1954)

In uno scenario di sempre più diffusa sfiducia nelle istituzioni, nell’ Europa, di incertezza sulle analisi delle crisi che soffriamo e che ci affliggono, vale sicuramente la pena rileggere opere recenti, magari anche solo il loro riassunto, capaci di riaprirci il pensiero ed aiutarci a ricordare la verità implicita in affermazioni fatte in tempi assolutamente non sospetti rispetto a pensieri a volte oggi troppo diffuso.

A questo scopo riporto una breve frase di Luigi Einaudi, tratta dalle sue “Lezioni di politica sociale”.

Collegandovi al link in fondo alla pagina potrete invece leggere un bel testo pubblicato dalla Banca d’ Italia per ricordare i primi 150 anni della Repubblica Italiana, la cui lettura può aiutare ad immaginare il futuro che potremmo desiderare per il nostro paese.

“Nelle cose economiche e sociali, la via diritta, salvo eccezioni rarissime, è la via falsa. Solo la via storta, lungo la quale gli uomini cadono, ritornano sui propri passi, esperimentano, falliscono e ritentano e talvolta riescono, è la via sicura e, di fatto, più rapida. Ricordatevi sempre, quando ascolterete qualcuno il quale vi prometterà, con sicurezza spedita, la certa soluzione di un problema sociale, il quale vi offrirà lo specifico per le malattie sociali, il quale vi farà vedere, al di là di un periodo temporaneo di costrizioni necessarie per vincere il nemico, l’avvento del benessere e dell’abbondanza, il vi denuncerà un mostro da combattere (ad es. il capitalismo o il comunismo od il fascismo od il reazionarismo, ecc. ecc.)allo scopo di far trionfare l’angelo e il paradiso terrestre (ad es. lo stesso comunismo od il socialismo od il corporativismo), ricordatevi che colui il quale così vi parla è, nella ipotesi migliore, un illuso e più probabilmente un ciarlatano e diffidatene. Solo la via lunga, seminata di triboli è la buona; perchè solo percorrendola, l’uomo impara a migliorare se stesso e a rendersi degno della meta a cui vuole giungere.”

 

https://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/collana-storica/italia-economia-mondiale/index.html

Advertisements

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s