Pressapochismo giornalistico

presunzione

https://www.ft.com/content/4a3597d8-b25c-11e6-9c37-5787335499a0

Il link indicato ci porta ad un articolo recentemente apparso sul Financial Times, a dimostrare che non possiamo lamentarci solo delle imprecisioni (volute o no?) della stampa nazionale specializzata e non.

Il Financial Times insinua non esplicitamente la pericolosita rappresentata dalle societa cooperative (in questo caso bancarie) in quanto non perseguono il lucro come loro fine principale (nascono e crescono infatti per offrire un servizio ai loro soci). Le banche cooperative non sono realta esclusivamente italiana, hanno avuto una loro presenza ed importanza storica in molti altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, dove non hanno partecipato alla genesi del disastro iniziato nel 2008).

Altro punto che volutamente diffonde disinformazione riguarda il fondo Atlante: la testata britannica lo presenta come un fondo di stato, sostenuto da denaro pubblico, ben conoscendo che le regole dell’ Unione Europea non consentono tale utilizzo di risorse pubbliche.

L’Italia in questi giorni attrae evidentemente l’attenzione del mondo, pronto a fare le piu nere previsioni rispetto all'esito di un referendum che nasce con significato locale, ma che a qualcuno piace tradurre drammaticamente in termini globali ed epocali. Non aiuta l'insistenza su questo dibattito espressa anche da persone che hanno mostrato un ammirevole passato, ma che sono pesantemente inciampate (con l'eta giunge anche una certa minore agilita`) in argomenti che avrebbero dovuto esemplificare la loro eccellenza (alzare le aliquote IVA per scoprire, dopo averlo fatto, che il gettito complessivo e` calato, non pare accettabile nemmeno da uno studente che sta preparando l’esame di Economia Politica I; l’invenzione della disgraziata figura sociale degli “esodati” e la responsabilita`, indimenticabile nella dimensione, del danno imposto alle fasce piu` deboli della popolazione fanno parte del curriculum dell'autore). Il link che segue ci riporta ad un articolo firmato da un cittadino italiano che motiva al mondo la sua preferenza di voto il prossimo 4 dicembre (molti, piu` che queste motivazioni, conoscono gli effetti di quel breve governo).

https://www.ft.com/content/528a1b06-b235-11e6-9c37-5787335499a0

 

Advertisements

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s