Referendum Italiano: altra lettura

repubblicaitaliana

Contando i voti, a Renzi va riconosciuto il merito di aver saputo portare alle urne elettori che stavano mostrando segni di disaffezione, la partecipazione al voto ha avuto proprio il primo ministro come catalizzatore.

Guardando all’ espressione di voto, emergono una certezza ed una incertezza. Arrotondando per semplicita` ed accettando l'estremizzazione del segnale dato dal referendum, leggiamo che il 60% dei votanti si e` espresso contro l’operato del primo ministro, il 40% lo ha approvato.

La certezza sta nel nome della madre del 40%: pare indubbio che chi ha votato si ha espresso un giudizio positivo su Renzi (ci perdoni l’attribuzione transgender). Quale nome diamo al padre del 60% raccolto nel no? D’Alema? Grillo? Berlusconi? Vedola? Monti? Dario Fo? come ne divideremo il merito? sono tutti vincitori?

Nella estrema confusione in cui vivono i sondaggisti, che ultimamente non riescono ad avvicinare molto le loro previsioni alla realta`, emerge una antica realta`: mater semper certa est, pater numquam.

Sembrerebbe bene andare ad elezioni molto presto, adottando la riforma della legge elettorale che gia` stava apparendo, senza modifiche al premio di maggioranza. Il paese ha bisogno di stabilita` e di una guida responsabile, nemmeno l’inquisizione di fronte a Galileo aveva preteso che l’universo girasse attorno all’Italia.

Advertisements

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s